magazine

Lo sapevate che…

Lo sapevate che (oramai nel 2021!) esistono decine di indici per ciascun settore, ed utilizzare l’indice adeguato per settore adeguato è la vera chiave di volta per capire come e quando investire in determinati settori del mercato? Quante volte ho sentito lamentarsi: “perché il titolo green x corregge mentre gli indici USA salgono?” Inteso per “indici USA” i soliti Us500, Dow30, Nasdaq100 e, per i più “scafati” Il Russel 2000 (Growth).

In realtà orami esistono indici ponderati per ogni settore. Anche per il green che va tanto di moda recentemente e sui quali titoli molti si sono scottati per la testardaggine di comprare ai massimi ad inizio 2021, o di tenere la posizione dopo una bullrun storica.

Certo, occorre studiare ed informarsi, il che comporta fatica. Facciamo un esempio: dove sono riuniti oltre 300 titoli green mondiali, tra cui la nostra stessa ENEL, ma anche Plug Power, Fuelcell, Tesla, e tuta la galassia di aziende del settore?

Ad esempio abbiamo gli indici Nasdaq, e tra questi possiamo selezionare il Nasdaq OMX QGreen Index, con all’interno molte delle compagnie green che la massa sta seguendo dopo la recente bullrun. E qui studiarne il grafico. Perché non è scontato che se vi è uno storno dei BIG Three (US500, Dow30 e Nasdaq100), vi sarà lo storno contestuale tutte le migliaia di azioni di ogni settore. Così come occorre studiare la rotazione dei portafogli per capire per tempo dove si sta spostando il denaro (ad esempio da Gennaio il denaro si è spostato dai Green e Growth e tecnologici ai Vlue, Real Estate e Financial), questi indici ci permettono di capire se il settore sta per partire di nuovo. Vogliamo dare uno sguardo insieme?…Cosa vedete..

Lascia un commento