magazine

SOLANA/USD

Il presente articolo è di mero studio e non costituisce invito al trading.

SOL è il token che ha come sottostante l’omonima blockchain, la cui tecnologia blockchain è considerata di “terza generazione”, grazie all’algoritmo di consenso Proof of History che, secondo quanto dichiarato dagli stessi sviluppatori, dovrebbe risolvere gli annosi problemi legati alla veridicità dei timestamp e consente altresì bassi costi, con fee inferiori a un millesimo di dollaro e basso consumo di energia, tanto da aver portato persino Tether a emettere le sue stablecoin su Solana.

Quella di Solana è dunque una blockchain di terza generazione ad alte prestazioni on-chain e basata su un layer 1, che consente il funzionamento ottimale di dApp e si propone di fatto come una potenziale alternativa ad Ethereum, ancora leader nel segmento della finanza decentralizzata.

Graficamente, dopo un poderoso PUMP in 3 onde, si trova in un classico triangolo correttivo che però trova una forte divergenza rialzista in termini di denaro in entrata seguita da una compressione dei prezzi.

E’ quindi di forte interesse in quanto nel caso di conferma del break del triangolo, nonché dell’area resistenziale di volume con POC a 43,33$ circa, ne potrebbe seguire un nuovo impulso direzionale rialzista. Tra l’altro, il ritraccio è perfettamente al 61,8% del movimento totale dalla sua quotazione avvenuta nel marzo 2020. Tecnicamente mancherebbe un ultimo tocco sul lato inferiore, ma data la divergenza di volumi, in caso di break ricordarsi lo stop sottraendo al valore del lato superiore del triangolo il valore dell’ATR3 Daily. 

Lascia un commento