magazine

Un Tweet diviene NFT

Ebbe sì: navigando in uno dei più famosi marketplace di NFT, mi sono reso conto che è ora possibile proporre un’offerta dì acquisto per l’NFT creato sul famoso tweet di UniCredit in merito all’investimento in criptovalute. 

Ovviamente c’è dell’ironia da parte del creatore, ma si torna immediatamente seri se si pensa alle conseguenze di un semplice tweet da customer care e la delicatezza che ha assunto questo tema che abbraccia concetti molto più alti di libertà finanziaria e libertà di disporre dei propri risparmi. 

La storia ci insegna che, a volte, semplici parole o brevi frasi, inconsapevolmente escono dai confini nei quali vengono pronunciate o scritte, mutando in qualcosa di più elevato,  divenendo simbolo.
Chi avrebbe mai detto che una risposta, forse automatica, quale questa riprodotta in foto, potesse divenire simbolo della rivoluzione DeFi in Italia? 

La cosa provoca un sorriso, ma allo stesso tempo ci costringe a riflettere sulla rapida e inaspettata evoluzione in atto e la crescente sensibilità e consapevolezza del risparmiatore medio sul tema.
Dopotutto, sempre la storia ci ricorda che, quando una nuova tecnologia dirompente entra in un mercato, probabilmente la scelta migliore è, appunto, regolamentarla piuttosto che far finta che non esista o, peggio ancora, provare a contrastarla.

Dalla fine dell’800 abbiamo avuto decine di esempi: dall’automobile, alla lampadina, al televisore ad internet.
Ora, utilizzando parole non mie, siamo all’”internet della moneta”

Un tempo ciò che veniva considerato importante dalla popolazione veniva impresso nella roccia, o tavolette d’argilla ovvero affrescato in splendidi capolavori di pittura o scultura.
Oggi semplicemente diviene uno Smart contract della blockchain.
Un Tweet diviene NFT.

Tranquilli, nulla da temere, é mera evoluzione.

Lascia un commento