magazine

Trading range e trending range: cosa sono?

Spesso si sentono nominare questi due vocaboli che possono sembrare uguali o quantomeno simili tra loro, ma che di fatto nella strategia del trading sono due cose ben distinte.

Un mercato laterale come lo si è visto negli ultimi mesi, è rappresentato da un canale orizzontale ben chiaro dove si individuano livelli supportivi e resistenziali importanti. In questo canale, i movimenti dei prezzi rimbalzano testando le resistenze ed i supporti per lungo tempo, senza mai avere la forza ( o la debolezza) di superare queste “barriere”. Quando siamo di fronte a questa configurazione grafica, stiamo parlando di TRADING RANGE.

In un canale laterale possiamo permetterci anche di ignorare le medie mobili, concentrandosi solamente sui supporti/resistenze applicando una strategia di SWING TRADING che secondo i principi dell’Analisi Tecnica, prevede ingressi Long al tocco dei supporti con target al raggiungimento delle resistenze del canale e subito dopo una strategia short per l’andamento discendente di prezzi con target supporto inferiore del canale laterale stesso.

Alla rottura del canale, termina la situazione di TRADING RANGE per entrare in una configurazione grafica ben specifica, che sia essa ascendente o discendente, chiamata TRENDING RANGE.

Il TRENDING RANGE è di fatto una chiara e precisa direzione del mercato individuabile anche grazie alle medie mobili che iniziano a distanziarsi tra di loro aiutando la direzionalità.

Secondo i principi dell’analisi tecnica, anche in questa fase di mercato, che può essere rialzista o ribassista, si può operare con una strategia di SWING TRADING ma bisogna tenere conto dei ritracci dei minimi massimi decrescenti ( nel caso di bear trend) o viceversa delle estensioni dei massimi e minimi crescenti ( nel caso di bull market).

Il TRENDING RANGE, quasi sempre, quando esaurirà la sua forza, vedrà lateralizzare nuovamente entrando in un TRADING RANGE

Questi due termini sono strettamente legati l’un con l’altro. Non confondiamoli e studiamo le strategie adeguate per entrambi gli scenari.

Lascia un commento