magazine

Wolfe Pattern: concetti base e individuazione pratica

Simile al wedge, con il quale condivide gli esiti, si tratta di una particolare figura dei prezzi, individuata da Bill Wolfe, che indica una temporanea conclusione del movimento direzionale in corso con relativa inversione.

I concetti chiave sono:

  • le onde di Wolfe sono modelli di prezzo costituiti da cinque onde che indicano tendenze rialziste o ribassiste.
  • La trendline che collega la prima e la terza onda, con la sua estensione, ci indica l’obiettivo di prezzo.
  • Le 5 onde devono svilupparsi all’interno di un triangolo con apice spostato verso la direzione del movimento precedente, con la 5° onda che, teoricamente, dovrebbe realizzare un falso breakout per poi rientrare nella figura e proseguire nella direzione opposta.
  • In considerazione della natura frattale dei mercati, può svilupparsi in qualsiasi strumento finanziario e in qualsiasi time frame (ovviamente con conseguenze di prezzo differenti).

Il modello teorico.

Di seguito viene proposto lo schema teorico del pattern, nella versione rialzista e ribassista, per agevolare la comprensione dello stesso che rientra, senza dubbio, nella categoria dei pattern di prezzo complessi (grafici tratti da traderpedia).

Un esempio pratico.

Individuare un wolfe pattern è di indiscussa utilità data l’elevata probabilità di raggiungimento del target una volta che lo stesso risulti regolarmente formato. Ovviamente l’esperienza consente di filtrare il “rumore di fondo” che differenzia le situazioni reali con lo schema teorico. Di seguito un esempio reale che ha interessato la criptomoneta Solana e che abbiamo individuato e seguito questi giorni nel gruppo telegram. Il target è stato raggiunto.

Lascia un commento