magazine

Aggiornamento US500: si procede nella correzione

Riferimenti agli studi precedenti:

Premesse concettuali.

Ricordiamo le conclusioni meramente teoriche in base all’analisi tecnica effettuata applicando la teoria di Elliot:

  • siamo nella fase correttiva del Primary iniziato a marzo 2020;
  • questa fase correttiva è onda II del nuovo Cycle decennale anch’esso avviato nel marzo 2020;
  • il Cycle sopra indicato costituisce onda I di onda III del Supercycle (settantennale) iniziato nel 2008/2009;
  • abbiamo ipotizzato una durata media della fase correttiva in onda II del Cycle per tutto il 2022 (per fase correttiva è accettabile anche una lunga fase laterale) o comunque, prendendo quale riferimento onda I e II del precedente Cycle, abbiamo individuato un confine temporale teorico in Ottobre 2022 (da prendere come mero riferimento concettuale);
  • tale fase correttiva ben si concilia con la fine del Quantitative Easing (Marzo), la rapida stretta monetaria con celere rialzo dei tassi causa la pressante inflazione (mercoledì 4 Maggio la FED ha alzato di mezzo punto percentuale i tassi di interesse, portando il costo del denaro in una forchetta fra lo 0,75% e l’1%) e l’inizio della liquidazione dei bilanci federali ipertrofici dopo oltre un decennio di politica monetaria accomodante (prevista da Giugno).
  • questa fase di assestamento più o meno prolungato si sviluppa, guarda caso, proprio nel secondo anno presidenziale USA (statisticamente correttivo).
  • se accettiamo le premesse concettuali, al termine di questa correzione seguirebbe onda III del Cycle e del SuperCycle, fortemente espansive.

Aggiornamento teorico.

Nei precedenti studi di marzo e inizio aprile, ci chiedevamo se tale correzione (in atto) sarebbe stata un FLAT o uno ZIG-ZAG, uniche figure accettabili nel momento in cui accogliamo l’ipotesi di trovarci in onda II del Cycle (oltre alla versione combinata). Dopo i recenti sviluppi, possiamo affermare di trovarci, molto probabilmente, in uno Zig-Zag, ricavandone due conseguenze:

  • lo Zig-Zag è la figura correttiva più ripida;
  • nello Zig-Zag statisticamente onda A e onda C hanno la medesima ampiezza (a volte B può avere una estensione pari allo 0,618% di A);
  • onda B pro-regressiva ripercorre onda A per uno 0,618%;
  • la correzione Zig-Zag trova quale target naturale onda 4 del movimento impulsivo che ha preceduto la correzione.

Grafici.

Quanto detto lo andiamo ad osservare nei grafici aggiornati alla chiusura di ieri, Giovedì 05 Maggio 2022.

US500 Mensile:

US500 Daily con il focus della correzione

Si premette che l’ipotesi illustrata rappresenta la più probabile nonché la meno “afflittiva”, in termini di correzione, tra le opzioni possibili, con approdo teorico tra i 3700 ed i 3900 punti (dove, tra l’altro, transita il Supertrend 3,10 mensile).

 

Il presente studio non è invito al trading.

Lascia un commento